Expo 2015, visite guidate ed eventi speciali. Il giro del mondo in un giorno

Postato il 2 July 2015

Arte e cultura
01/05/2015 to31/10/2015

Attraversare l’intero villaggio espositivo, esplorarlo dal padiglione Zero ai Cluster, lungo tutto il decumano. Ecco come visitare Expo 2015 in un giorno, ottimizzando tempo ed energie.

Vorreste andare a visitare il villaggio Expo ma continuate a temporeggiare? L’estate è finalmente arrivata e ci ha portato le tanto attese ferie estive: ecco quindi per voi un piano perfetto per godervi una giornata da ricordare. Basterà un giorno per fare il giro intorno al mondo, visitare i padiglioni, farvi emozionare dagli spettacoli in programma nella piazza dell’Albero della Vita e da tutti gli eventi in calendario. Il mondo a raccolta a Rho Pero per 6 mesi per parlare e riflettere su cibo e alimentazione, qualche ora per averne un assaggio e respirare la magica atmosfera dell’Esposizione Universale. Grazie alle visite guidate, avrete infatti la possibilità di esplorare il sito accompagnati da guide esperte, in grado di suggerirvi e segnalarvi eventi in programma e manifestazioni da non perdere. È disponibile, inoltre, un servizio di accompagnamento con itinerari studiati “su misura”, a seconda delle preferenze espresse dall’utente. Parola d’ordine “no stress”, non avrete bisogno di prendere la macchina per raggiungere il villaggio, potrete farlo comodamente utilizzando la metro (M1), fermata RhoFiera. Se, invece, siete degli amanti delle due ruote e vi piace spostarvi in bicicletta, è possibile raggiungere il sito tramite un itinerario che vi condurrà all’ingresso Gate Sud Merlata-Orogel. Il percorso, che parte da Milano, si snoda attraverso i controviali di Corso Sempione e viale Certosa, per proseguire su via Gallarate. In alternativa, potrete anche optare per la “Greenroute”, un itinerario fra spazi nuovi della città e aree verdi e per la maggior parte protetto, accessibile da via Papa (Piazzale Accursio). La chicca? Se siete arrivati a Expo con la metro e volete tornare a casa in bicicletta per godervi il tramonto in sella, al Gate Sud Merlata-Orogel troverete le bici di BikeMi, di cui oltre 3000 a pedalata normale e 1000 a pedalata assistita!

***

Expo 2015, guided tours and special events. Around the world in a day

To visit Expo 2015 in a day, cross the whole exhibition village, exploring it from Zero Hall to the Cluster, along the whole Decumano, optimising time and energy.

If you’d like to visit the Expo village but continue to put it off, summer is here with the long-awaited summer holidays so here’s a perfect plan for enjoying a day to remember there. One day’s enough to take a trip round the world, visiting the halls, being thrilled by the shows on the calendar in the square with the Tree of Life, and all the events planned. The world assembled at Rho Pero for 6 months to talk about and reflect on food and nutrition, a few hours for a taste and to breathe the magic atmosphere of the Universal Exposition. You’ll have the chance to explore the site with the guided tours, accompanied by expert guides able to suggest and indicate events planned and exhibitions that are not to be missed. There’s also an accompanying service with tailor-made itineraries, according to the user’s preferences. The watchword is “no stress”; you don’t need the car to get to the village, you can do that easily by using the underground (M1), RhoFiera stop. If, on the other hand, you love two-wheeled transport and you like travelling by bike, the site can be reached following a route that takes you to the Merlata-Orogel South Gate. The path starts in Milan and unwinds along the service roads of Corso Sempione and Viale Certosa, and then continues along Via Gallarate. Alternatively, you can also opt for the “Green route”, an itinerary through the new areas and green ones in the city and protected for most of its length, accessible from Via Papa (Piazzale Accursio). If you’d like to go to Expo on the underground but go home by bike so that you can enjoy the sunset from the bike, there are the bikes of BikeMi at the Merlata-Orogel South Gate of which more than 3000 are “normal” and 1000 electric (e-bikes)!

Colazione con vista sul Lago di Como

Postato il 1 July 2015

Enogastronomia

Una colazione speciale a pochi chilometri dalla metropoli meneghina e un tour in battello lungo le acque lacustri più amate dalle celebrità.

Bei paesaggi e buona tavola se ne vanno a braccetto sul Lago di Como. La fama delle sue acque, delle ville signorili, degli scorci romantici, lo hanno reso nel corso degli anni una delle mete più apprezzate da turisti nazionali e internazionali. Amatissimo da vip e celebrità, il Lario sale sul podio delle mete lombarde più gettonate anche per la sua tradizione gastronomica. Ristorantini sul lungolago, sole e i riflessi dell’acqua vi aiuteranno a sentirvi lontani dalla solita routine e a godervi le delizie di una cucina che racconta antiche tradizioni dei diversi paesaggi che fanno parte di questo territorio. Arrivati a destinazione lasciatevi affascinare dai panorami con una bella gita in battello, vi aiuterà a conoscere e apprezzare questi luoghi e giunta l’ora della colazione concedetevi una pausa  alla scoperta dei loro sapori. L’offerta è davvero ampia: si parte dalle ricette del lago, rigorosamente a base di pesce. Piatto principe e indiscusso, il risotto con filetti di pesce persico, seguito dai “misultitt”, agoni pescati tra maggio e giugno, essiccati al sole e pressati con il sale nelle cosiddette “missolte” di legno. Da non perdere, il pesce in carpione, fritto e marinato in acqua e aceto aromatizzato con l’erba “segrigiola”, ma anche le alborelle fritte e le trote affumicate sott’olio. Si prosegue con i piatti tipici delle zone montane che spalleggiano il lago, tra cui la “polenta vuncia” con formaggio, burro e aglio, la “balota”, palline di polenta con una morbido cuore di formaggio e l’ “urgiada”, orzo perlato cotto sul fuoco a affumicato dal fumo del camino. Difficile crederlo possibile, ma se nessuno di questi piatti vi dovesse incuriosire, per voi anche le proposte della zona compresa nella Brianza, come “polenta e uccelli”, i cotecotti con fagioli o la “rustisciada”, lombo di maiale e salsiccia rosolati con cipolle.

***

Lunch overlooking Lake Como

A special lunch a few kilometres from Milan and a boat tour on the waters of a lake much-loved by celebrities.

Beautiful landscapes and good food go arm-in-arm on Lake Como. The fame of its waters, mansions and romantic views have, over the years, made it one of the best-loved destinations of domestic and international tourists. Como is much-loved by VIPs and celebrities, not just for its beauty but also for its gastronomic tradition. The little lakeside restaurants, sun and reflections on the water will help you to feel far from the usual routine and to enjoy the delights of a heterogeneous cuisine that tells of old traditions from the different villages in the area. When you reach your destination, let yourselves be charmed by the panoramas with a boat trip; it will help you to get to know and like these places. At lunchtime, take a break and discover its flavours. There’s a very wide range, starting from lake recipes, strictly fish-based. Unquestionably the main dish is the risotto with perch fillets, followed by “misultitt”, Alosa agone caught in May and June, dried in the sun and pressed with salt in wooden “missolte”. You must try soused fish, fried and marinated in water and vinegar aromatised with wild thyme (“segrigiola”), and also fried bleaks (fish) and the smoked trout in oil. Continue with the traditional dishes from mountainous areas around the lake including polenta vuncia” with cheese, butter and garlic, “balota”, balls of polenta with a soft centre of cheese and urgiada”, pearl barley cooked on a fire and smoked with the smoke from the chimney. It’s difficult to believe but if none of these dishes has attracted you, there are also those from the Brianza area, like polenta and birds, cotecotti (a sort of large salami) with beans or the rustisciada”, pork loin and sausage browned with onions.

Alla scoperta dei sapori valtellinesi

Postato il 26 June 2015

Enogastronomia


Bresaola, Bitto, pizzoccheri e un buon calice di vino. Dove vi portiamo oggi? In Valtellina, alla scoperta della buona tavola, tra prodotti tipici e sapori genuini d’alta quota.

Mangiare in compagnia fa bene, si sa. Il weekend è arrivato, il tempo promette bene e noi siamo pronti a partire per una nuova avventura. Questa volta la proposta è dedicata ai buongustai che, come noi, credono che “viaggio” significhi anche buona tavola, assaporare specialità, scoprire nuove combinazioni di sapori e gustare prodotti tipici genuini. Un po’ come la bresaola valtellinese, il cui sapore unico e indistinguibile vi farà pensare di non averne mai mangiato prima. Prodotta in tutto il territorio della provincia di Sondrio, è uno dei prodotti che descrivono meglio questa terra. Aroma speziato e nello stesso tempo raffinato, vanta da oltre un decennio il riconoscimento del marchio IGP (Indicazione Geografica Protetta). Un consiglio? Godersi queste prelibatezze in alta quota ha tutto un altro sapore. Dopo una bella passeggiata in compagnia di famiglia e amici lungo uno dei diversi sentieri selezionati in base alla difficoltà, concedetevi un bel pranzetto nei tanti rifugi e agriturismi della zona. E siccome un bel tagliere non si direbbe tale senza un buon accompagnamento di formaggio e vino, non mancate di assaggiare anche il Bitto, prodotto caseario di punta. Stagionato dai due ai tre mesi in alpeggio e fino a otto anni a valle, presenta una sottile crosta giallo paglierino, pasta compatta a occhiatura rada e un sapore burroso. Proseguite questo trionfo di sapori con un bel piatto di pizzoccheri, maltagliati di farina di grano saraceno, cotti con patate e verze e conditi con burro e formaggio Casera. Qualche buona etichetta con la quale accompagnare il tutto? Un buon calice di Sassella, Grumello, Inferno, Valgella, Maroggia o Sforzato Valtellina renderanno perfetta la vostra pausa pranzo!

***

Discovering the flavours of Valtellina

Bresaola, Bitto, pizzoccheri and a good glass of wine. Where are we taking you today? To Valtellina to discover good food and drink, among high-altitude local products and genuine flavours.

As we know, eating in company does us good. The weekend has arrived, good weather seems likely and we are ready to leave on a new adventure. This time our proposal is dedicated to foodies who, like us, believe that “travel” also means good eating, tasting specialities, discovering new combinations of flavours and trying out genuine local products. For example bresaola valtellinese, whose unique, unmistakable flavour will make you think you have never tasted it before. It is produced throughout the province of Sondrio and is one of the foods that best describe this land. With a spicy but refined aroma, it boasts over a decade of recognition under PGI certification (Protected Geographical Indication). Want some advice? This delicacy has quite a different flavour when enjoyed up in the mountains. After a fine walk in the company of family and friends along one of the many footpaths selected according to difficulty, allow yourselves a fine lunch-break in the various refuges and agritourism restaurants in the area. And a board of cold cuts would not be worthy of the name without a good accompaniment of cheese and wine, so don’t miss out on Bitto, a prized local cheese. Matured for two to three months at mountain pasture level and up to eight years in the valley, it has a thin straw-yellow rind, a compact texture with occasional holes and a buttery flavour. Continue this triumph of flavours with a good dish of pizzoccheri, a fresh pasta made with buckwheat flour, cooked together with potatoes and green cabbage and completed with butter and Casera cheese. Some good labels to accompany it all? A good glass of Sassella, Grumello, Inferno, Valgella, Maroggia or Sforzato Valtellina will make your lunch stop perfect!

Tag Cloud

Meteo





0/500

Suggerisci una meta!

Quale località lombarda consiglieresti ad un amico e perchè?

suggerimenti@relaxinlombardia.it

Iscriviti alla newsletter!

Per ricevere aggiornamenti sulle proposte e gli eventi iscriviti alla newsletter di Relax in Lombardia.

Iscriviti subito!